Come funziona

ECOSISTEMA

Un ecosistema riunisce tutti gli attori che possono contribuire ad affrontare e risolvere un problema. Abbiamo bisogno di organizzarci in modo diverso, più sinergico e complementare per imparare dagli altri e integrare i processi. Nel nostro ecosistema questi giocatori possono essere Compagnie, Distributori (come banche), Operatori di telecomunicazione, GDO, Utilities ma anche Regolatori, Istituzioni Accademiche e altri. L’essenza è che abbiamo bisogno di trovare un modello organizzativo per riunire tutti gli stakeholders in modo virtuoso e produttivo. Questo è l’ecosistema.

Immaginiamoci una Compagnia o un Riassicuratore che dispone di un prodotto di Instant Insurance parametrizzabile, che potenzialmente incontra un distributore con una rete capillare che è alla ricerca di prodotti altamente digitali. WESMARTi è la risposta. Un marketplace in cui si incontrano domanda e offerta.

OUR
INSURTECH
ECOSYSTEM

BLOCKCHAIN

La tecnologia Blockchain e gli Smart Contract garantiscono la riservatezza delle informazioni e l’esecuzione automatica dei contratti in caso di sinistro, permettendo l’ottimizzazione del processo di emissione e di gestione delle polizze, con una liquidazione immediata e certa del danno agli assicurati.

Questa tecnologia è basata su registri condivisi, distribuiti tra nodi, accessibile simultaneamente, architetturalmente decentralizzato su basi crittografiche in grado di consentire la registrazione, la convalida, l’aggiornamento e l’archiviazione di dati protetti da crittografia. Le informazioni registrate sono immutabili, non alterabili e verificabili dai soggetti autorizzati.

SANDBOX

WESMARti Insurtech nasce a conclusione della sperimentazione di collocamento nel mercato italiano di prodotti assicurativi basati su Blockchain, per rispondere alle esigenze sempre più complesse e variegate del mercato. L’obiettivo della sperimentazione era verificare la possibilità di creare polizze smart e istantanee all’interno dell’Insurance Blockchain Sandbox, un ambiente a regime controllato che permette di collaudare prodotti e servizi assicurativi basati su questa tecnologia.

Sotto la supervisione di un Comitato Scientifico composto da IVASS, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, CeTIF Università Cattolica e Reply, il progetto ha coinvolto quattro compagnie assicurative (Mediolanum Assicurazioni, Cargeas, Nobis Filo Diretto e Reale Mutua), tre banche (Banca Mediolanum, Banca Popolare di Sondrio e UBI Banca) e Aon Benfield Italia S.p.A. Visto l’esito positivo dell’iniziativa, la piattaforma sviluppata è stata oggetto della creazione della startup WESMARTi.